Quintarelli – Valpolicella – Negrar (VR)

La tradizione… la storia…

È tutto racchiuso qui ed è possibile scoprirlo.

Perché anche i grandi adorano raccontare e spiegare le scelte fatte nel corso degli anni, dalla vigna alla bottiglia.

#BenvenutoBrunello2017

Ho partecipato per la prima volta a #BenvenutoBrunello, l’anteprima delle nuove annate dei vini Brunello di Montalcino 2012, Brunello di Montalcino Riserva 2011 e Rosso di Montalcino 2015 organizzata dal Consorzio all’interno del Complesso di Sant’Agostino, nel centro della storica cittadina di Montalcino.

133 produttori a confronto, pronti a stappare i neonati davanti ad un pubblico veramente impressionante. La prima DOCG d’Italia ha richiamato l’attenzione di esperti del settore e di appassionati, presentandosi nel suo splendore per l’annata 2012, valutata cinque stelle.

Conoscere questo Sangiovese in chiave curata ed “invecchiata” è stato veramente interessante per me che bazzico sempre in mezzo ad altri uvaggi.

Vi riepilogo nelle foto le etichette testate dal mio palato durante l’anteprima, ma seguiranno i racconti a casa di qualche vignerons passando dall’imponente e tradizionalista al temerario e sognatore.

E allora non ci resta che sognare.

Diamoci un taglio cara Garganuda!

Ritorno a Montecchia di Crosara, nella terra vulcanica del Monte Calvarina, dal mio amico pazzerello Andrea che mi ha richiamato all’ordine per godermi la potatura delle sue vigne vecchie di oltre 40 anni.

Dopo un’annata piuttosto difficile caratterizzata da freddo in fioritura, bombe d’acqua, acinellatura ed infine da peronospora, si riprendono in mano le vigne iniziando dalla potatura.

Andrea nel vigneto segue il metodo biodinamico e, come si vede dalle foto, per i tagli più “grandi” utilizza un cicatrizzante naturale a base di corno letame (preparato 500) e propoli.

E’ uno dei pochissimi produttori del mondo del Soave che fermenta il suo vino con lieviti indigeni, senza stabilizzarlo nè filtrarlo! Solitamente la sua Garganuda non supera i 40mg/L di solforosa… un concentrato di garganega che sa di camomilla in soli 11 gradi alcool.

Adesso non ci resta che attendere aprile per i trattamenti a base solamente di rame e zolfo sperando che la stagione 2017 regali una #garganudavulcano (quest’anno si chiamerà così) che ci possa emozionare.

Buon lavoro Andre!

Domenica “Slow”

Perché non continuare a scoprire vignaioli anche di domenica??

In questo caso grazie a Slow Wine che ha organizzato una manifestazione su Veneto, Friuli Venezia Giulia, Trentino Alto Adige con ben 70 espositori inseriti nella guida 2017.

Vino in borgo – Castellaro Lagusello (MN)

Sabato scorso, approfittando del minimo sole di questo giugno fastidioso, sono andata a Castellaro Lagusello (MN) alla prima edizione di VINO IN BORGO.

Piccolo evento di nicchia, organizzato da Dario Daverio del ristorante Antico Borgo di Castellaro, con un interessante selezione di produttori di vini naturali di tutta Italia.

E’ stato un piacere avere l’opportunità di stare a stretto contatto con vignaioli pronti a raccontarti ogni dettaglio della loro attività, nella maniera più trasparente possibile. Un bel pomeriggio di chiacchere costruttive sorseggiando vini veramente interessanti.

La degustazione si è conclusa all’interno di Palazzo Arrighi con vista “paradiso” su un bel laghetto a forma di cuore.

Forse è il caso di segnarlo sull’agenda del prossimo anno (sperando venga organizzato nuovamente)

#cincin